Copertina La nuvola e l'albero

La nuvola e l’albero. Una giovane autrice, una fiaba e una playlist.

Copertina La nuvola e l'albero

Una fiaba moderna

Domenica mattina. Ritmi lenti e tanta voglia di tranquillità. Il momento ideale per la lettura; magari tutti insieme nel lettone.
Perché allora non puntare su qualcosa di nuovo che coinvolga e affascini tutta la famiglia? Il libro che vi consiglio oggi si intitola La nuvola e l’albero (lo potete acquistare qui) è edito da Bookabook e l’ha scritto una giovane e promettente scrittrice (che però è anche un’ottima attrice): Miriam Previati.

La storia è piuttosto semplice, ma, attenzione, spesso sono proprio le cose semplici a nascondere mondi del tutto inaspettati.

La nuvola e l’albero

Un giorno una nuvola si impiglia tra i rami di un albero che vive sulla cima di una collina. Nonostante i due abbiano caratteri esattamente opposti, si innamorano in un breve istante. Ma dopo i primi momenti così speciali, iniziano le difficoltà. Come fare a essere comunque felici insieme, anche quando i bisogni, i desideri e le paure fanno capolino?

Inizia da qui il “lavoro” del lettore, il quale è messo davanti a dei bivi, a scelte narrative, a decisioni su come la storia deve e può proseguire. Come negli storici “libri game” della nostra adolescenza, infatti, “La nuvola e l’albero” ci pone di fronte a differenti strade sulle quali far proseguire la storia.

Ognuna di queste strade porta a evoluzioni narrative specifiche che, immancabilmente, avranno finali diversi. Talora felici, talaltra meno felici.

Sicuramente (e questo è uno degli aspetti che contribuisce a rendere questa favola moderna profonda e “adulta”)  ogni sviluppo e ogni finale altro non sono che letture diverse della realtà e dei rapporti tra esseri umani. Così come la vita, anche la storia narrata, infatti, può avere sviluppi e finali differenti, a seconda delle strade che decidiamo di farle intraprendere.

Già, perché “La nuvola e l’albero” altro non è che la metafora della vita e dei rapporti tra noi esseri umani. Basta leggere nelle pieghe del testo per stupirsi e ritrovarsi nelle vicende del nostro passato, nelle nostre storie d’amore, così come nelle amicizie. In quelle finite, in quelle che stiamo vivendo e nelle numerose altre che potremmo vivere in futuro.

Il dono di se stessi agli altri, la ricerca di una felicità nei rapporti umani e non nelle cose effimere, il superamento delle proprie paure e la fiducia che riponiamo negli altri, non sono solo i temi che “La nuvola e l’albero” mette all’interno delle proprie pagine. Sono veri e propri sviluppi da poter considerare come evoluzione delle nostre stesse esistenze.

E’ brava Miriam Previati a raccontarci tutto questo con una fiaba ben scritta. E con il tono giusto tipico delle fiabe e un periodare semplice e accattivante. Tutti elementi che, uniti alle tematiche, fanno di questo libro un modo interessante e nuovo di fare, perché no, una sorta di life coaching.

Io ho letto questo libro a voce alta nel lettone in una domenica mattina piovosa di metà autunno e ogni membro della famiglia ha detto la sua sullo sviluppo da far prendere alla storia. Il libro offre anche la possibilità di dare alla vicenda ulteriori sviluppi e nuovi finali, oltre a quelli previsti dall’autrice, aggiungendo in coda alla storia una serie di pagine bianche da riempire con appunti e idee.

Ve l’avevo detto, no, che sono proprio le storie semplici a nascondere sviluppi inaspettati?

Da questa recensione voglio proporvi anche una piccola novità. Ho pensato a una playlist musicale ispirata proprio ai contenuti del libro. Fatemi sapere cosa ne pensate!

E buona lettura!